Twitter Facebook



   
 
 
 
 


Sicilia Orientale

...Offre ai visitatori più esigenti scorci di suggestivi  paesaggi immersi in un verde rigoglioso nell' incantevole unione tra l'azzurro del mare ed il rosso fuoco dell'Etna

Acireale

 Cittadina barocca  felicemente adagiata su di un costone lavico a picco sul mare; miticamente legata alla leggenda dell'amore impossibile del pastorello Aci per la ninfa Galatea.

 COSA VEDEREIl Duomo, dedicato all'Annunziata e S. Venera, eretto nel periodo compreso tra 1597-1618  - Il Palazzo di Città del 1659 - Basilica dei SS. Pietro e Paolo del 1642 - Basilica barocca di San Sebastiano dove sono conservati  numerosi affreschi e tele di Pietro Paolo Vasta - Biblioteca-pinacoteca Zelantea(160.000 volumi - museo archeologico - museo del risorgimento) - Villa Belvedere ( giardino pubblico con suggestivo panorama sullo Jonio e l'Etna).

 CURIOSITA':Interessante è Corso Umberto caratterizzato da negozi e gelaterie, quest'ultime autentico tratto della cittadina.

 

 Riserva Naturale Orientata "La Timpa" Acireale

Cosa vedere: panorama, flora e fauna tipiche della macchia mediterranea
Periodo consigliato: da maggio a settembre

Percorso Chiazzette - spiaggia del Mulino - Sorgente Miuccio

 

Percorso Acquegrandi

-Dalla Nazionale per Catania di Fronte la Chiesa di Santa Maria delle Grazie
-Si prosegue verso sud dove si incontra la chiesetta di nostra Signora dell'Aiuto
-Si imbocca il sentiero fiancheggiante la chiesa
-Si costeggia un'antica opera muraria che funge da canale di irrigazione
-Si giunge in uno spiazzo da cui si domina l'ampio anfiteatro naturale delimitato a sinistra dalla Timpa di Don Masi e a destra dalla spiaggia di Acquegrandi
-Da qui la discesa a mare, lungo una mulattiera che attraversa la scarpata con punti di dislivello accentuato e si immerge nel paesaggio. Flora: quercia, olmo, bagolaro, carrubo, alterno, euforbia, fico d'India, garofano rupicolo. Fauna: poiana, gheppio, colombaccio, occhiocotto, cardellino. Si giunge su una spiaggia di grossi ciottoli che si estende per alcune centinaia di metri.

Percorso Acque Del Ferro - Santa Caterina

-Ingresso da Santa Caterina-Terme nuove, nei pressi dell'antica rupe di San Guglielmo
-Dal Belvedere si imbocca la stradella via Acqua del Ferro
-A trenta metri circa si incontra il sentiero
-Il percorso attraversa la Timpa a zig-zag e consente di godere del paesaggio
-Si arriva in una spiaggetta di scogli dove sgorga la sorgente di acqua dolce denominata Acqua del Ferro per la colorazione rossastra che conferisce alle rocce
-Al livello del mare, a 100 mt circa dalla sorgente direzione sud, si osservano dei tufi rossastri, importante punto di osservazione per gli appassionati di geologia e per i naturalisti. Fauna: colombaccio, passero solitario, donnola. Flora: secolari esemplari di carrubo.

Percorso Pietra Monaca

-Ingresso da via Gangi o via Pennisi, si attraversa il sottopassaggio della linea ferroviaria e si raggiunge la S.S. 114
-Si scende per via Pietra Monaca, rettilinea e ripida stradina che fiancheggia i giardini coltivati a limoni
-Raggiunto un piccolo abitato sulla sinistra sia accede ai rudimentali terrazzamenti
-Sotto "Villa Lina" iniziano 2 sentieri: il primo, in direzione nord, senza sbocco ma con suggestivi punti panoramici; il secondo, passo di jusu, consente di raggiungere la spiaggia. Il toponimo Pietra Monaca si riferirebbe ad uno scoglio sul mare dove il sentiero giunge, rassomigliante appunto a una monaca distesa
-Dalla battigia è possibile raggiungere la spiaggia del Mulino

 ETNA

E' il più alto vulcano attivo d'Europa,con  un'altezza di 3350 metri. L'Etna con le sue frequenti eruzioni che vanno come durata di pochi giorni a qualche anno è sempre in continua mutazione, generatasi in seguito ad emissioni sovrapposte di prodotti eruttivi "lava" emessi nel tempo,  ma non sempre le eruzioni sono di tipo costruttivo, avvolte sono anche di tipo distruttivo con crolli e cedimenti delle pareti.

 COSA VEDERE: 

- colata lavica del 2002
- i crateri Monti Rossi
- i crateri silvestri
- colata lavica del  1991-1993
- Valle del Bove 

Catania

Seconda città della Sicilia fondata da coloni calcidesi situata in una delle zone più fertili dell'isola tra il mare Ionio e le pendici meridionali dell'Etna

COSA VEDERE:  Centro storico con il famoso "liotru" e l'antistante via Etnea - Cattedrale di S. Agata dove è custodita la tomba del famoso compositore "Vincenzo Bellini"- Anfiteatro Romano -  Il Giardino Bellini - Le chiese dedicate a sant'Agata ( La Vetere - La Fornace - Al Carcere ) -  Via dei Crociferi fiancheggiata da magnifiche chiese  barocche e da nobili palazzi settecenteschi - Il medievale Castello Ursino -  Teatro massimo Bellini -  Porta Uzeda.  

Pausa in uno dei bar storici della città, dove potrete gustare le specialità tipiche catanesi.

Possibilità di effettuare con il Trenino Turistico, con partenza da Piazza Duomo,  il giro del centro storico in 35 minuti, offrendo la visione dei palazzi e delle chiese più importanti. Una hostess di bordo  illustrerà e descriverà tutti i monumenti che si incontrano nel percorso.

 Luoghi visitati dal trenino

Offerte
 
Full day meeting

Una giornata da noi

 
Giugno/Settembre 2014
 
Ferragosto 2014

Speciale Ferragosto 

Periodo 11/17 agosto - 6 notti/7 giorni

 
Giugno/Settembre 2014 6 notti / 7 giorni
 
Ferragosto 2014
 
Easy day meeting

Mezza giornata da noi

 
Business Promotion
 
Air Panarea
 

 
©2014 PRESIDENT PARK HOTEL - All rights reserved
 
 

President Park Hotel S.r.l. - Via Vampolieri 49 - 95021 Aci Castello (Ct) - P.iva 00643670870 (info@presidentparkhotel.com) - 0957116111